Parco nazionale del Lovćen

 
Dai un voto >

Racchiude la parte centrale e più alta della montagna che porta lo stesso nome che è per i Montenegrini il simbolo della libertà, e "il santo altare". Sulla cima Jezerski vrh, nel regno dei fulmini e dei tuoni è stato costruito il mausoleo di Petar Secondo Petrović Njegoš, "vladika", poeta e governatore del Montenegro (1813 -1851).

Andare fino alla cima rappresenta il coronamento della visita al Parco nazionale, e fino a questa costruzione imponente si arriva con la strada che vi arriva da Cetinje, lunga circa 20 chilometri, e poi salendo 461 scalini fino alla cima della montagna. Il parco abbraccia la superficie di 6.400 ettari. Il punto più basso di parco nazionale „Lovćen“ è l'incrocio di strade nella località di Krstac (927 metri sopra livello del mare), e la sua più alta cima, lo Štirovnik, 1.749 metri sopra il livello del mare, che è allo stesso tempo la cima più alta della montagna di Lovćen.

Lovćen è famoso per i belvedere dai quali la vista si perde in tutte le direzioni - verso il mare, il Lago di Scutari o fino alle alte montagne al nord. Da qualsiasi parte guardiate vivrete un'impressionante visuale irripetibile e memorabile. I punti sul Lovcen dai quali si possono vedere le bellezze del Montenegro sono numerosi: Jezerski vrh, Štirovnik, la vecchia strada dalla cittadina Krstac fino alla stazione turistica invernale di Ivanova korita, le strategiche strade austriache che portavano fino alla cima delle montagne, l'antica strada curvosa che come una serpentina si inerpica sui pendii del Lovćen. Si tratta di uno speciale fenomeno progettuale e costruttivo. Sul ripido pendio di Lovćen, scende verso la baia di Cattaro e le sue "serpentine" sono un'esperienza irripetibile.

Il maggior parte degli edifici sacri dell'interessante materiale etnografico del Lovćen sono concentrati sul territorio di Ivanova korita e nel villaggio di Njeguši, famoso per l'ottimo prosciutto e il formaggio. La regione del Lovćen è famosa anche per la bevanda degli Antici Slavi - la medovina.

Qui conoscerete l'autentica architettura popolare: i katuni (abitazioni estive degli allevatori), le vecchie case di pietra con i tetti di paglia tagliata o di calcare squadrato, i "seoska guvna" i luoghi dove si tenevano gli incontri pubblici, dove si festeggiava e celebrava. Una decina di chiese, della caratteristica forma costruttiva, riconoscibili dal campanile "na preslicu" (la cui forma assomiglia ad un fuso) completano i paesaggi del Lovćen.

Tel:
  • +382 (0)69 328 858

Attività

  • Ciclismo
  • Foto safari
  • Escursionismo/Trekking
  • Equitazione
  • Paragliding
Comments (0)